Navigando in questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookies. Per ulteriori informazioni clicca QUI ×

la Storia

Il territorio

Il territorio della Bosnia ed Erzegovina è prevalentemente montuoso. La Bosnia, maggiormente ricca d'acqua, è in gran parte coperta di boschi, mentre l’Erzegovina si presenta più arida. Il nome del Paese deriva da queste due storiche regioni che lo compongono: la Bosnia prende l’appellativo dall'omonimo fiume che ne attraversa gran parte del territorio, l'Erzegovina da herceg (in serbo “duca”), in riferimento al periodo di autonomia come ducato nel XV secolo.

Popolazione e religione

Se da un lato la Bosnia ed Erzegovina si è caratterizzata nei secoli per l'omogeneità etnica della popolazione, di origine slava e accomunata dalla medesima lingua, dall’altra parte ha da sempre avuto un elemento di differenziazione al suo interno: la religione, con una compresenza di islamismo, cristianesimo ortodosso, cattolicesimo e – fino agli anni Quaranta del XX secolo – giudaismo. 


La storia


A una Bosnia indipendente nel Medioevo, sono seguite la plurisecolare dominazione turco-ottomana durata dal sec. XV al 1878, quella asburgica per una quarantina d'anni fino al 1918, l'integrazione della regione nella monarchia serba di Belgrado, successivamente nello Stato croato ustascia negli anni della seconda guerra mondiale, e poi nella Iugoslavia federale dal 1945 al 1992, anno della proclamazione di indipendenza.

Quello stesso anno, in concomitanza con il riconoscimento internazionale della Bosnia ed Erzegovina come Stato sovrano, tra le varie componenti nazionali e religiose del Paese è scoppiata una guerra a cui hanno partecipato indirettamente i Paesi confinanti e che ha visto gli interventi dell'ONU, della NATO e l'azione degli Stati Uniti che ha imposto la cessazione del conflitto nel 1995, coi patti di Deiton. È seguita una pace di compromesso con la quale, lasciandosi invariati i confini esterni del Paese, sono avvenute una riconfigurazione istituzionale dello Stato e una nuova partizione del territorio tra le entità belligeranti.